Il metodo didattico Power Learning Method oltre il linguaggio

Il metodo didattico Power Learning Method oltre il linguaggio

Il metodo didattico Power Learning Method

Il metodo “Power Learning Method” – Oltre il Linguaggio –  è frutto di studi e ricerche effettuate dalla dott.ssa Stefania Belli, autrice del presente contributo. La dott.ssa Belli ha fondato nel 1987 l’agenzia formativa The Language Center Srl di Todi (Pg), della quale è attuale direttrice,  dove sono state condotti gli studi e la sperimentazione sull’efficacia dei risultati ottenuti grazie a questo nuovo metodo didattico, perfetto per incrementare le proprie conoscenze linguistiche ed il Business English.

Il metodo  ha potuto svilupparsi prendendo spunto dalle ultime scoperte scientifiche effettuate nel campo delle neuroscienze e  della fisica quantistica.

In  uno stato di rilassamento (indotto da attività meditative come respiro, concentrazione dell’attenzione su un’immagine o una sensazione specifica,  o  rilascio di endorfine grazie al movimento fisico), il cervello  emette onde alfa o theta.  Quando vengono prodotte onde cerebrali di questo tipo,  la mente dell’essere umano è libera da tensioni e contratture, l’individuo  diviene più ricettivo e le informazioni vengono assorbite con più facilità, invece che essere respinte da una veloce  attività cerebrale, e rimangono inoltre fissate nella memoria a lungo termine. Il primo stadio del programma è  creare un’attività di rilassamento, in cui  l’individuo aumenti la propria abilità di percepire  i segnali provenienti dall’ambiente e la propria capacità di attenzione.

Inoltre le scoperte scientifiche degli ultimi due decenni prevedono   i  principi  di neuro genesi e di neuro plasticità del cervello, secondo i quali le cellule cerebrali,  se messe in condizioni “idonee” (cioè in uno stato di rilassamento) possono attivare il processo di rigenerazione e di rinnovamento. Tale  concetto confuta  vecchie idee riguardanti l’apprendimento legato soltanto ad una giovane età anagrafica ed apre  quindi nuove porte all’apprendimento reso possibile in ogni stadio dell’esistenza.

Perché il Power learning method è efficace

 Secondo gli ultimi esperimenti della fisica quantistica riguardanti il principio dell’osservatore, la particella della materia non si muove  senza osservatore, mentre  si muove se osservata dall’osservatore. Ciò  significa che la nostra presenza ed il modo in cui osserviamo può rivoluzionare la realtà. Il metodo didattico della visualizzazione creativa si è rivelato particolarmente efficace per generare comportamenti nuovi e per dirigere l’attenzione del cervello verso il captare informazioni utili per la riproduzione linguistica a cui si mira, anche quando sono necessari brevi tempi di realizzo. Il soggetto osserva se stesso mentre realizza il proprio obiettivo linguistico e conseguentemente il cervello genererà comportamenti  rivolti a quel risultato.

Su cosa si basa il Power learning method

Il metodo didattico è basato sul concetto di “mirroring” o rispecchiamento, cioè sull’apprendere per imitazione, trova ampia conferma scientifica nella scoperta dei neuroni specchio .

I neuroni specchio sono cellule del nostro cervello che si attivano selettivamente, diciamo si “accendono” sia quando compiamo un’azione, sia quando la osserviamo mentre è compiuta da altri. I neuroni dell’osservatore “rispecchiano” quindi ciò che avviene nella mente del soggetto osservato, come se, a compiere l’azione, fosse l’osservatore stesso.

La corteccia motoria dell’uomo viene attivata dall’osservazione di azioni altrui comportandosi come se il movimento fosse il proprio e tutto questo facilita la creazione di una nuova identità, e quindi di nuovi comportamenti,  fondamentale quando si parla una lingua straniera. 

Tale metodo didattico ha come obiettivo quello di sviluppare al massimo le potenzialità di apprendimento dell’essere umano, utilizzando i seguenti processi:

  • Riconoscere barriere e filtri, di natura personale, interpersonale ed interculturale,  che ostacolano o rallentano l’apprendimento ed i rapporti umani e scoprire e stimolare il tipo di capacità  di accesso dello studente (visiva, auditiva, cinestetica – VAKOG) favorendo in tal modo un processo di apprendimento  di una lingua straniera più fluido ed efficace.
  • Trasformare convinzioni limitanti e sviluppare una maggiore intelligenza emotiva.
  • Scegliere  un approccio creativo, partecipativo ed attivo.
  • Sviluppare una maggiore autostima nello studente, riconoscendo  le proprie qualità ed i propri  ed unici punti di forza.
  • Motivare gli studenti e saper indirizzarli con impegno verso obiettivi e strategie di auto-miglioramento e di maggiore efficacia nella produzione linguistica.
  • Ampliare la propria mappa del mondo, essendo i nostri modelli mentali della realtà, piuttosto che la realtà stessa, a determinare il nostro modo di comportarci.
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest